Sms marketing: il potere dei “vecchi” messaggi

vendere in farmacia

Se hai sottoscritto una carta fedeltà in catene commerciali come Euronics, Unieuro o Mediaworld, forse stai già ricevendo messaggi promozionali che ti segnalano sconti, black friday e altre iniziative. Benissimo: ti do il benvenuto in quello che si chiama SMS marketing. Ma come, parliamo ancora dei vecchi messaggi? Proprio così: devi sapere che questi vantano un tasso di apertura del 98% (fonte BeSms), una soglia decisamente più elevata rispetto a qualunque altro strumento (a partire dalla mail).

Come ho scritto nell’articolo sulla fidelizzazione del cliente, l’SMS è vincente anche perché ti permette di instaurare una comunicazione personalizzata, con ovvi benefici in termini di immagine. La difficoltà maggiore consiste nell’utilizzo corretto di questo potente mezzo. Non basta inviare SMS a casaccio: se non hai una strategia avrai un tasso di apertura alto ma non otterrai nulla!

Partiamo quindi dal punto cruciale: la profilazione del cliente. Su questo aspetto mi sono soffermato già altre volte in vari articoli. Profilare il cliente significa conoscerlo e prima ancora, registrare il suo contatto in modo efficace (oltre che legale). Un approccio che è l’esatto contrario di ciò che avviene quando si prendono i numeri di telefono dalle pagine gialle o gli indirizzi email da un database in vendita online. Ciò che devi fare e collezionare i tuoi contatti a mano in farmacia (ad esempio al momento della vendita) o tramite sito web con appositi form. In cambio di un incentivo (buono sconto, consulenza, etc), il cliente o il visitatore ti lascerà i suoi dati e si “profilerà” in automatico! A questo punto bisogna passare all’azione. Vediamo come fare per centrare il bersaglio.

Vendere In Farmacia

Come inviare gli SMS ai tuoi clienti (e convertire)

Il caso tipico di invio di SMS dalla tua farmacia potrebbe verificarsi in concomitanza di un saldo o di una promozione.

“Caro Andrea, affrettati: solo per questa settimana i nostri integratori per sportivi sono in sconto al 20%!”.

Breve, diretto, chiaro: sono questi i punti di forza di un messaggio. Attenzione al target: come scritto sopra, se non conosci il tuo pubblico rischi di fare figuracce tremende. Immagina ad esempio di mandare un messaggio relativo alla vendita di prodotti per il ciclo mestruale ad un target misto di uomini e donne. Qualcuno potrebbe persino sentirsi preso in giro, con il rischio di non tornare più nella tua farmacia.

Altro punto: l’SMS può essere inviato non per forza in maniera massiva ad una lista intera ma alla singola persona, magari in corrispondenza del suo compleanno (di nuovo, occhio a quali dati di contatto richiedere). Le piattaforme di invio ti consentono in questo caso di mandare un SMS automatico nel giorno del compleanno all’orario che stabilisci. Un bel modo anche per rinfrescare la memoria segnalando la tua esistenza.

Sistemi di invio avanzati per il tuo SMS marketing

Fin qui abbiamo visto come funziona la profilazione e come effettuare un invio di normali sms. Devi sapere tuttavia che puoi ottenere molto di più da un’attività di questo genere. Senza scendere nel dettaglio dei software a tua disposizione sappi che potrai integrare una campagna SMS marketing ad una di mail marketing. Potrai così richiamare i tuoi potenziali clienti con promemoria mirati, rafforzando le tua azioni di marketing con un dispendio di risorse minimo.

Un esempio concreto sono gli iscritti alle newsletter che non aprono le mail: nelle 48 ore successive un messaggio SMS può riportare loro il link per visualizzare le mail sul browser del telefono, aumentando di molto il tasso effettivo di apertura e interazione della tua newsletter. Se vuoi saperne di più, ti consiglio di leggere anche l’articolo dedicato al marketing via WhatAspp per scoprire nuovi spunti. E se ancora non ti basta adotta anche tu il sistema Vendere In Farmacia™

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *